breaking news

Assegno di ricollocazione: parte la fase sperimentale

marzo 3rd, 2017 | by Laura Andrenacci
Assegno di ricollocazione: parte la fase sperimentale
Cronaca del lavoro
0

Disoccupato e percettore di Naspi da oltre 4 mesi? Potresti rientrare nel campione dei circa 30mila soggetti che l’Inps ha estrapolato con modalita’ casuale dallo stock di potenziali destinatari e ricevere per posta ordinaria, o via e-mail oppure via sms, la comunicazione dell’Anpal ed entrare così nel percorso sperimentale dell’Assegno di ricollocazione. Cosa devi fare?

Assegno di ricollocazione: sta partendo la fase sperimentale che prevede l’invio di circa 30mila lettere ad altrettanti disoccupati estratti casualmente tra i beneficiari della Naspi (Nuova prestazione di assicurazione sociale per l’impiego) da oltre quattro mesi. Il campione dei destinatari sarà comunicato dall’Inps che lo ha selezionato mediante procedura di estrazione casuale dallo stock di potenziali destinatari. L’avviso dell’Anpal, pubblicato il 27 febbraio, è rivolto ai soggetti accreditati a livello nazionale e secondo i sistemi regionali, perché possano manifestare l’interesse a partecipare alla sperimentazione.

Dal lato dei soggetti accreditati che vogliano partecipare alla sperimentazione, tutte le informazioni utili sono nell’avviso pubblico dell’Anpal.

Dal lato, invece, del disoccupato percettore di Naspi cosa significa ricevere un assegno di ricollocazione?

L’assegno individuale di ricollocazione equivale a un voucher, il cui valore può andare da 250 a 5.000 euro in funzione del profilo di occupabilità dell’individuo: più alta è la sua distanza dal mercato del lavoro, più alto sarà l’assegno e quindi il sostegno per reinserirsi nel mercato. Non si tratta di una misura di sostegno al reddito, ma di un incentivo alla ricollocazione, appunto, in cui è richiesta la partecipazione attiva del destinatario.

Cerchiamo di capire meglio. Il disoccupato non percepirà direttamente il suo assegno, potrà invece “spenderlo” scegliendo un ente accreditato al servizio – un Centro per l’impiego oppure un soggetto privato accreditato presso l’Anapal – che lo seguirà in un personale percorso di formazione e reinserimento al lavoro: sarà affiancato da un tutor, orientato per la definizione delle competenze e per la stesura del curriculum vitae, per la ricerca di un nuovo lavoro, per la preparazione del colloquio di selezione.

La durata della misura è di sei mesi, più possibile proroga di ulteriori sei mesi. Se si presenta un’offerta di lavoro di durata inferiore ai sei mesi, adeguata al profilo del candidato, la misura viene sospesa per il periodo di lavoro e ripresa successivamente. Per la durata della misura, i disoccupati continueranno in ogni caso a percepire la Naspi.

Se sei un disoccupato, cosa devi fare?

Nell’attesa di sapere se sei rientrato nel campione sperimentale, se non l’hai già fatto, devi registrarti al sito dell’Anpal per la profilazione. Guarda l’infografica dedicata per capire come funziona

Per assistenza e informazioni c’è il numero verde 800.000.039 dalle 9 alle 18, dal lunedì al venerdì o scrivere al seguente indirizzo email info@anpal.gov.it.

Comments are closed.

HTML Snippets Powered By : XYZScripts.com