Concorsi pubblici

Aeronautica militare: concorso per 800 volontari in ferma prefissata di un anno

Il Ministero della Difesa ha pubblicato il bando per il reclutamento – per il 2019 – di 800 Volontari in ferma prefissata di un anno (VFP1) nell’Aeronautica Militare. Degli 800 volontari, 750 saranno assegnati, in varie categorie, alla Forza Armata. Gli altri 50 volontari entreranno nel settore d’impiego «incursori».

Il reclutamento è effettuato in un unico blocco, con due distinti incorporamenti. Il primo è previsto nel mese di maggio 2019, per i primi 400 candidati idonei utilmente classificati nella graduatoria di merito per «VFP1 ordinari»; il secondo, previsto nel mese di settembre 2019, per i secondi 400 candidati idonei utilmente classificati nella graduatoria di merito. Questi secondi 400 saranno suddivisi in 350 «VFP1 ordinari» e in 50 «incursori».

Domanda di partecipazione

La domanda di partecipazione può essere presentata dal 25 ottobre al 23 novembre 2018, per i nati dal 23 novembre 1993 al 23 novembre 2000, estremi compresi. Queste le riserve: il 10% dei posti disponibili è riservato ai diplomati presso le Scuole Militari, agli assistiti dell’Opera Nazionale di Assistenza per gli Orfani dei Militari di Carriera dell’Esercito, agli assistiti dell’Istituto Andrea Doria, per l’assistenza dei familiari e degli orfani del personale della Marina Militare, agli assistiti dell’Opera Nazionale Figli degli Aviatori, agli assistiti dell’Opera Nazionale di Assistenza per gli Orfani dei Militari dell’Arma dei Carabinieri; figli di militari deceduti in servizio.

È possibile chiedere di partecipare per i posti previsti per «VFP1 ordinari» esprimendo il gradimento all’assegnazione al settore d’impiego «incursori» accettando di partecipare all’iter selettivo previsto per tale settore d’impiego.

Il concorso è aperto a candidati di età compresa tra i 18 e i 25 anni, che abbiano conseguito il diploma di istruzione secondaria di primo grado (ex scuola media inferiore), con idoneità psico-fisica e attitudinale per l’impiego nelle Forze Armate in qualità di volontario in servizio permanente.

Tutti i requisiti sono indicati nel bando integrale pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale IV serie speciale Concorsi ed Esami  n. 83 del 19 ottobre scorso. In particolare, per i posti previsti per il settore d’impiego «incursori», possono partecipare solo i candidati di sesso maschile in possesso dell’idoneità psico-fisica e attitudinale specifica prevista per tale settore d’impiego dalla normativa vigente.

Le procedure di reclutamento vengono gestite tramite il portale dei concorsi online del Ministero della Difesa, raggiungibile attraverso il sito internet www.difesa.it – area «siti di interesse e approfondimenti», pagina «Concorsi e Scuole Militari», link «concorsi on-line», oppure collegandosi direttamente al sito «https://concorsi.difesa.it».

Dal portale, i candidati potranno presentare domanda di partecipazione al reclutamento (lo ricordiamo, solo a partire da giovedì 25 ottobre) e ricevere le comunicazioni inviate dalla direzione generale per il Personale Militare o da Enti dalla stessa delegati alla gestione dei concorsi. Il procedimento richiede il possesso delle credenziali rilasciate da un gestore di identità digitale nell’ambito del Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID) cioè di apposite chiavi di accesso che saranno fornite al termine di una procedura guidata di accreditamento, necessaria per attivare il proprio univoco profilo nel portale.

Successivamente all’inoltro delle domande, ci sarà la valutazione dei titoli di merito e la formazione delle graduatorie.

Dopo l’approvazione delle graduatorie da parte della Direzione Generale per il Personale Miliatre (Dgpm), i candidati saranno convocati per le fasi selettive.

Precisamente, saranno convocati i primi 3.700 candidati compresi nella graduatoria per il settore d’impiego “VFP1 ordinari” e i primi 1.200 candidati compresi nella graduatoria provvisoria per il settore d’impiego “incursori”. Ad accoglierli, il Centro Aeromedico Psicofisiologico di Bari Palese, per l’accertamento psico-fisico che determinerà l’idoneità o meno quale VFP1 ordinari. Seguiranno le prove di efficienza fisica e gli accertamenti attitudinali presso la Svam, Scuola volontari dell’Aeronautica Militare, per i candidati idonei alla precedente fase sanitaria (sia per i VFP1 ordinari che per gli incursori). Si determinerà così la graduatoria definitiva dei VFP1 ordinari.

Per il settore d’impiego “incursori”, saranno inviati presso il 17° Stormo di Furbara, i primi 400 candidati della graduatoria provvisoria già risultati idonei quali VFP1 ordinari, che potranno così effettuare le prove attitudinali e di efficienza fisica specifiche. Gli idonei saranno inviati all’Istituto di Medicina Aerospaziale dell’Aeronautica Militare di Roma, per gli accertamenti medici specifici. Saranno allora formate le graduatorie di merito definitive per ciascuno dei settori d’impiego. Seguiranno la convocazione, l’incorporamento e, infine, l’ammissione alla ferma prefissata di un anno nell’Aeronautica Militare.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close