Concorsi pubblici

Scuola Infanzia e Primaria, al via al concorso straordinario per personale docente

Al via al concorso straordinario per il reclutamento a tempo indeterminato di personale docente per la scuola dell’infanzia e primaria su posto comune e di sostegno. Il testo del concorso è stato finalmente pubblicato in Gazzetta Ufficiale e dal 12 novembre sarà possibile iniziare a inoltrare le proprie domande.

Nello specifico, il concorso porterà alla formazione di graduatorie di merito straordinarie su base regionale.

Requisiti di ammissione

Sono ammessi a partecipare alle procedure del concorso i candidati in possesso dei seguenti titolo:

  • titolo di abilitazione all’insegnamento conseguito presso  i corsi di laurea in scienze della formazione primaria o analogo titolo conseguito  all’estero  e  riconosciuto  in  Italia  ai  sensi  della normativa vigente, purché i docenti abbiano  svolto,  nel  corso  degli  ultimi  otto   anni   scolastici (2010/11-2017/2018),  presso  le  istituzioni  scolastiche   statali, almeno due annualità di  servizio  specifico  rispettivamente  sulla scuola dell’infanzia o primaria, anche non continuative, sia su posto comune che di sostegno.
  • diploma magistrale con  valore  di  abilitazione  e  diploma sperimentale a indirizzo linguistico, conseguiti presso gli  istituti magistrali o analogo titolo di abilitazione conseguito  all’estero  e riconosciuto in Italia,  conseguiti, comunque, entro l’anno scolastico 2001/2002,  purché abbiano svolto, nel corso  degli  ultimi otto  anni  scolastici  (2010/11-2017/2018),  presso  le  istituzioni scolastiche statali almeno  due  annualità di servizio.
  • per le procedure per i  posti  di  sostegno  su  infanzia  e primaria è richiesto  il  possesso   dello   specifico   titolo   di specializzazione sul sostegno.

Domanda di partecipazione

I candidati potranno presentare la domanda, esclusivamente on line, attraverso il sistema Polis, dalle ore 9 del 12 novembre alle ore 23.59 del 12 dicembre 2018.

Il bando completo è disponibile sulla Gazzetta Ufficiale.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close