Leggere... il lavoro

Lavoro è Cittadinanza – Che Fare

Lavoro è CIttadinanza – Che Fare. A Roma, martedì 27 novembre 2018 si terrà la presentazione del libro scritto da Bruno Izzi e Salvo Messina e primo volume della Collana Explorer, edita da Media Futuro società cooperativa, in collaborazione con Solco srl.

L’appuntamento è per le ore 16,00 presso la sede delle ACLI provinciali di Roma, in via Prospero Alpino 20 (traversa Circonvallazione Ostiense, Stazione Metro Garbatella).

Alla presentazione prenderanno parte, insieme agli autori:

  • Claudio Di Berardino, Assessore al Lavoro della Regione Lazio,
  • Lidia Borzì, presidente Acli Roma,
  • Silvia Ciucciovino, prof.ssa ordinaria di Diritto del Lavoro presso l’Università Roma Tre,
  • Maurizio Sorcioni, dirigente dell’Anpal.

Coordina Luigi Sambucini, Direttore Editoriale di “Lavorare”.

Lavoro è Cittadinanza – Che Fare

L’opera si inserisce nella discussione di idee finalizzata a costruire nuove forme di mercato del lavoro e welfare, per riaffermare uguaglianza e pari possibilità, per tutti, di costruire progetti di vita e libertà creativa.

In Lavoro è Cittadinanza – Che Fare, Izzi e Messina si chiedono se il lavoro può essere ancora la chiave per un vero e proprio ripensamento della società contemporanea e del nostro sistema di welfare.

Una tematica posta anche al centro della discussione politica odierna, che riflette sul reddito di cittadinanza o di base, nelle sue varie definizioni e declinazioni.

Il futuro prossimo andrà ripensato in tutti gli aspetti della vita e della società e il lavoro continuerà a rappresentare un tema chiave per il progresso dell’intera collettività.

«Nei nostri ragionamenti – spiegano Izzi e Messina – il senso del valore del sociale e di una sostanziale equità perdono sempre più terreno: le crescenti diseguaglianze sono viste come un problema insormontabile piuttosto che come un’opportunità. Il welfare, che ha rappresentato nel vecchio secolo il simbolo del miglioramento costante e impetuoso delle condizioni di vita, si è andato via via ridimensionando con tagli crescenti delle prestazioni e delle opportunità per i più deboli. I concetti di “integrazione” e “inclusione” hanno perso di concretezza e senso compiuto. Sono questi interrogativi che ci hanno spinto a ragionare, confrontando e integrando punti di vista diversi, su cosa si potrebbe fare per provare a individuare soluzioni possibili e non assistenzialistiche. Proveremo a proporre alcuni spunti di riflessioni su questi grandi temi nella convinzione che l’orizzonte della coesione sociale è quello di aiutare tutti in modo diverso, combattendo invidia sociale, paura e solitudine e nello stesso tempo ridurre le diseguaglianze con una distribuzione di reddito non in forma assistenziale e ridare senso a una vera giustizia sociale».

«Noi pensiamo – concludono gli autori – che tutto o moltissimo del sociale dipenda dal lavoro, dalla sua qualità, dalla capacità di generare beni e servizi, e in ultima analisi, dalla capacità di produrre ricchezza da redistribuire».

Il libro sarà distribuito durante l’incontro e può essere scaricato nella versione digitale al seguente link: https://www.lavorare.net/nuovo/wp-content/uploads/2018/10/Lavoro-e-Cittadinanza-che-fare.pdf.

Per informazioni info@lavorare.net

Per partecipare è richiesta l’iscrizione gratuita.

lavoro è cittadinanza

Bruno Izzi

Per anni all’interno dell’ufficio economico della CGIL di Roma, è stato poi dirigente della Fiom CGIL del Lazio. Successivamente si è occupato di mercato del lavoro e progettazione formativa.

È stato consulente di “Italia Lavoro” e dell’Agenzia per il Lavoro della Campania per lo sviluppo dei nuovi servizi per il lavoro per i disoccupati e per l’accompagnamento al lavoro dei disabili.

Salvo Messina

Presidente di Solco e già dirigente della CGIL di Roma e del Lazio, è esperto di politiche attive del lavoro e di sviluppo locale e autore di varie pubblicazioni.

Si è anche occupato di dialogo sociale ed è docente in attività di formazione per dirigenti sindacali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close