Concorsi pubblici

Mibac: assistenti alla vigilanza, 1.052 assunzioni

Domande entro il 23 settembre

Il concorso Ripam mette a bando 1.052 assunzioni a tempo indeterminato per il profilo di Assistente alla fruizione, accoglienza e vigilanza del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac).

Il bando

Pubblicato nella Gazzetta Ufficiale 4 Serie Speciale Concorsi ed esami n. 63 del 09 agosto 2019 il bando di concorso per l’assunzione, a tempo indeterminato, di complessive 1.052  unità come di seguito specificato:

Concorso pubblico, per esami, per il reclutamento di n. 1.052 unità di personale non dirigenziale a tempo indeterminato, da inquadrare nella II Area, posizione economica F2, profilo professionale di Assistente alla fruizione, accoglienza e vigilanza del Ministero per i beni e le attività culturali, per la copertura di posti presso gli uffici del Ministero ubicati nelle seguenti Regioni:

Abruzzo, 30 posti
Basilicata, 18 posti
Calabria, 64 posti
Campania, 200 posti
Emilia Romagna, 51 posti
Friuli Venezia Giulia, 7 posti
Lazio, 198 posti
Liguria, 48 posti
Lombardia, 77 posti
Marche, 15 posti
Molise, 14 posti
Piemonte, 57 posti
Puglia, 36 posti
Sardegna, 14 posti
Sicilia 2 posti
Toscana, 155 posti
Umbria, 20 posti
Veneto, 46 posti

Titolo di studio richiesto

Per l’ammissione al concorso, come titolo di studio,  è richiesto il possesso di un diploma di scuola secondaria di secondo grado.
Vai al bando per 1.052 assunzioni sul sito del Formez

Domanda di ammissione

La domanda di ammissione al concorso deve essere compilata e inviata, esclusivamente per via telematica, compilando il modulo on line  tramite il sistema“Step-One 2019all’indirizzo internet https://www.ripam.cloud,

entro il termine perentorio di quarantacinque giorni decorrenti dal giorno della pubblicazione del presente bando nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica – IV Serie Speciale “Concorsi ed Esami”, n.63 del 09 agosto 2019.

Saranno accettate esclusivamente le domande inviate entro le ore 23:59:59 di detto termine.

Scadenza bando

23 settembre 2019

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close